Siamo Donne http://siamodonne.com Il Blog Più Amato dalle Donne Italiane Mon, 12 Feb 2018 19:00:02 +0000 it-IT hourly 1 https://wordpress.org/?v=4.9.4 http://siamodonne.com/wp-content/uploads/2016/05/download-150x150.jpg Siamo Donne http://siamodonne.com 32 32 Come capire se una ragazza ha la vagina ancora vergine? http://siamodonne.com/come-capire-se-una-ragazza-ha-la-vagina-ancora-vergine/ http://siamodonne.com/come-capire-se-una-ragazza-ha-la-vagina-ancora-vergine/#respond Mon, 12 Feb 2018 19:00:02 +0000 http://siamodonne.com/?p=2985 Buongiorno amiche, oggi cercheremo di dare una risposta a tutte quelle persone maschi o femmine che si fanno questa domanda: come

L'articolo Come capire se una ragazza ha la vagina ancora vergine? sembra essere il primo su Siamo Donne.

]]>
Condividi

Buongiorno amiche,

oggi cercheremo di dare una risposta a tutte quelle persone maschi o femmine che si fanno questa domanda:

come posso sapere se una ragazza è ancora vergine?

Alcune persone potrebbero pensare che ci sia una sola risposta chiara, ma invece non esiste un modo definitivo per dire se la ragazza e vergine oppure è già stata sverginata!

Nonostante i molti  miti che esistono là fuori sulla verginità, se ti stai davvero chiedendo come puoi sapere se una ragazza non è mai stata deflorata, l’unico modo per avere una risposta sicura al 100% è chiederglielo!

Nemmeno un esame da parte di un medico può confermare se una ragazza ha avuto rapporti sessuali in passato. Vale lo stesso anche per i ragazzi.

Se vuoi quindi capire se la vagina di una ragazza è vergine non esistono trucchi o tecniche di valutazione, questo perchè i corpi delle donne sono molto diversi e di conseguenza non c’è una regola valida in generale, non c’è davvero un modo sicuro per saperlo a meno che una ragazza non ti dica in tutta onesta la verità.

Molte culture credono di poter capire se una ragazza è vergine, in passato questo mito diceva che se l’imene di una ragazza era integro allora la vagina era vergine.

Come capire se una ragazza è vergine dall’imene

Per prima cosa bisogna sapere che l’imene è una sottile membrana di pelle che circonda o parzialmente copre l’apertura alla vagina. Durante il rapporto sessuale l’imene può a volte rompersi e strapparsi, causando dolore e leggera perdita di sangue, portando a dire che la ragazza è stata sverginata! Il problema è che col tempo si è scoperto che molte ragazze non hanno mai perso sangue dalla rottura dell’imene durante il primo rapporto sessuale!

L’imene infatti si è scoperto che si può rompere in altri modi, come ad esempio sport vigorosi come andare in bicicletta o in ginnastica, usando gli assorbenti interni, oppure normalmente attraverso la crescita e lo sviluppo del corpo femminile.

donne in cerca di sesso orale

Come riconoscere una figa vergine, altri miti sulla vagina

Esistono altri miti sui metodi per capire se una vagina vergine è stata deflorata: che consiste nel credere che una volta raggiunta una certa età, probabilmente hai fatto sesso. Questo non è assolutamente vero! Molte ragazze e ragazzi non perdono la verginità fino al raggiungimento dell’ età adulta mentre invece altri lo fanno addirittura alle scuole medie!

Un’altro falso mito è la credenza che le ragazze sverginate sembrino diverse dopo aver fatto sesso, niente di più sbagliato infatti le ragazze sessualmente attive sono esattamente come le ragazze ancora vergini. Non c’è alcun modo di saperlo guardandola (vale a dire, i suoi seni non diventano più grandi, lei non cammina diversamente, ecc.).

Come comportarsi con una ragazza?

Come avrete capito, rispondere alla domanda su come si può sapere se una ragazza è ancora vergine, è molto personale. La risposta potrebbe essere privata come d’altronde tutto quello che succede durante il sesso.

Alla domanda come comportarsi con una ragazza vergine durante l’atto sessuale, invece bisogna pensare che perdere la verginità può essere un po’ doloroso e magari creare qualche disagio.

Alcune posizioni sessuali possono essere meno confortevoli, quindi sperimentate ciò che vi sentite senza forzature di alcun tipo per lei così da rendere l’esperienza del sesso migliore per entrambe le persone. Sentirsi rilassati può aiutare ad alleviare i nervi e ridurre la possibilità di dolore durante la penetrazione.

Il nostro consiglio comunque se la ragazza è vergine è di non correre e non affrettare troppo le cose, sii paziente e assicurati che lei sia completamente a suo agio e pronta, qui di seguito ci sono tre regole fondamentali per penetrare una figa vergine:

  • Usa la lubrificazione per lo sverginamento: se sospetti che una ragazza sia vergine, usare un lubrificante personale può anche aiutare a rendere il sesso più piacevole per entrambi.
  • Usare il preservativo non è solo un modo per prevenire la gravidanza, ma è anche importante per la protezione dalle malattie sessualmente trasmissibili. Se hai intenzione di essere sessualmente attivo, assicurati di avere un preservativo in tasca.
  • Penetra la vagina vergine lentamente: cerca di farlo lentamente la prima volta e valuta di metterti un asciugamano sotto, se non vuoi lasciare tracce in caso di perdite di sangue durante la deflorazione!

Per concludere è bene sapere che non c’è niente di sbagliato nel rimanere vergine. La prima volta che fai sesso devi essere pronta, sia fisicamente che emotivamente. E ricordati che questo vuol dire a volte aspettare fino a dopo il matrimonio o finché non si è in una relazione stabile, fiduciosa e amorevole.

L'articolo Come capire se una ragazza ha la vagina ancora vergine? sembra essere il primo su Siamo Donne.

]]>
http://siamodonne.com/come-capire-se-una-ragazza-ha-la-vagina-ancora-vergine/feed/ 0
Che cos’è l’imene a cosa serve e perchè si rompe! Facciamo chiarezza… http://siamodonne.com/che-cose-limene-a-cosa-serve-e-perche-si-rompe-facciamo-chiarezza/ http://siamodonne.com/che-cose-limene-a-cosa-serve-e-perche-si-rompe-facciamo-chiarezza/#respond Mon, 12 Feb 2018 10:20:48 +0000 http://siamodonne.com/?p=2347 L‘imene è senza dubbio la parte femminile più misteriosa possibile! In molti credono che l’imene si rompa al momento della

L'articolo Che cos’è l’imene a cosa serve e perchè si rompe! Facciamo chiarezza… sembra essere il primo su Siamo Donne.

]]>
Condividi

L‘imene è senza dubbio la parte femminile più misteriosa possibile!

In molti credono che l’imene si rompa al momento della prima penetrazione durante il primo rapporto sessuale così da definire la perdita di verginità di una ragazza, ma è davvero così?

Cerchiamo di fare un po di chiarezza definendo cos’è l’imene perchè si rompe e a cosa serve …

Pronti?

Allora partiamo!

Come prima cosa è giusto chiedersi ma che diavolo è l’ imene?

rottura imeneImene” è una parola che deriva dal greco “hymén” e sta a significare “membrana”. Imene inoltre si chiamava anche il dio greco del matrimonio. Sarà per questo motivo che nella saggezza “popolare” per migliaia di anni, tante culture hanno creduto che “rompere” l’imene provocasse dolore e, di conseguenza che le donne dovrebbero provare dolore al primo rapporto sessuale, perdendo la verginità!

Infatti in alcune culture tra l’altro anche la nostra, basta pensare all’Italia degli anni 50 un imene integro mostrava la spurezza di una donna ed era dimostrazione della sua verginità. Spesso la prima notte di nozze i mariti dovevano produrre lenzuola insanguinate, proprio a testimonianza della rottura dell’imene, per dimostrare che la donna era immacolata e loro l’avevano sposata vergine.

Inutile dire come l’ignoranza di queste credenze hanno segnato la vita di molte donne, ma sono molto lontane dalla verità fisica. Alcune di queste credenze sbagliate possono portare addirittura al vaginismo primario, un problema sessuale dove i muscoli vaginali si contraggono anticipando il dolore di una prima penetrazione ritenuta dolorosa, e naturalmente queste contrazioni possono creare problemi al rapporto sessuale.

Quindi adesso che sappiamo cos’ è cerchiamo di capire l’imene rotto come si vede?

E’giusto sapere che in alcune donne l’imene si presenta inesistente o molto poco sviluppato, infatti n questa circostanza il canale vaginale è già completamente o in parte già aperto. Naturalmente non devi temere in questa conformazione, del tutto fisiologica, non esistono problemi a a livello fisico o sessuale.

La rottura dell’imene è chiamata “deflorazione”, e solitamente avviene durante la prima penetrazione, ma può verificarsi anche facendo sport o a seguito di traumi.

Con le prime penetrazioni sessuali (non necessariamente il primo considerata la diversa elasticità della vagina, che cambia da donna a donna) l’imene si lacera e al suo posto non restano che piccoli lembi.

Può capitare anche che in certe donne l’imene è molto sottile da rompersi senza alcun dolore o essersi già rotto in precedenza durante l’attività sportiva o a seguito di un trauma fisico, quindi capite come può essere difficile capire come vedere se l’imene è rotto?

Che forme ha l’imene?

L’imene non ha una unica forma,  si conoscono addirittura 6 forme, tra cui:

  • imene anulare  il più diffuso, ha una forma ad anello con un’apertura al centro;
  • imene labiato (o sepimentato): l’apertura consiste in una stretta fenditura verticale o orizzontale;
  • imene cribriforme comporta numerose piccole aperture;
  • imene a falce l’apertura è situata contro la parete vaginale;
  • imene a carena;
  • imene a pendaglio.

 

L'articolo Che cos’è l’imene a cosa serve e perchè si rompe! Facciamo chiarezza… sembra essere il primo su Siamo Donne.

]]>
http://siamodonne.com/che-cose-limene-a-cosa-serve-e-perche-si-rompe-facciamo-chiarezza/feed/ 0
Come fare un pompino perfetto? Ecco come far impazzire il tuo uomo! http://siamodonne.com/come-fare-un-pompino-perfetto-ecco-come-far-impazzire-il-tuo-uomo/ http://siamodonne.com/come-fare-un-pompino-perfetto-ecco-come-far-impazzire-il-tuo-uomo/#respond Mon, 12 Feb 2018 07:43:38 +0000 http://siamodonne.com/?p=1345 Buongiorno amiche, una delle ricerche maggiori fatte dalle donne in Italia sembra proprio essere: Come fare un pompino perfetto! Da

L'articolo Come fare un pompino perfetto? Ecco come far impazzire il tuo uomo! sembra essere il primo su Siamo Donne.

]]>
Condividi

Buongiorno amiche,

una delle ricerche maggiori fatte dalle donne in Italia sembra proprio essere:

Come fare un pompino perfetto!

Da non credere vero?

Sarà per la scarsa autostima di noi donne, o forse perchè onestamente qualsiasi donna sa far godere un uomo che molte donne si mettono alla ricerca di informazioni per sapere come fare un bocchino perfetto!

Bhè noi vogliamo provarci a darti qualche suggerimento per fare un pompino indimenticabile al tuo uomo, già in passato in questo articolo come far godere un uomo ti abbiamo dato alcune dritte se non l’hai già fatto ti consiglio di andarlo a leggere subito!

donne in cerca di sesso orale

7 consigli su come fare una pompa perfetta!

1- PENSA A TE
Per dare al tuo uomo un  pompino indimenticabile, prima parti da te stessa.
TE devi essere la prima a stare bene, mettendoti in una posizione comoda!

Se vuoi che il tuo partner stia in piedi,  metti un CUSCINO sotto le ginocchia!

Se invece lui è sdraiato a pancia in giù, mettiti comoda hai del bel lavoro da faree non devi interromprlo perchè hai fastidio da qualche parte del corpo!

2 LECCALO
Inizia molto lentamente a leccargli il pene, prima di metterlo in bocca!

Parti sempre lentamente, leccandolo dalla basso verso l’alto se noti che gli piace (cosa molto probabile) scendi fino ai suoi testicoli e fino al suo ano……lo farai impazzire!!

3 FAI ALL IN
Quasi tutte le donne hanno questo grande problema; non riescono a mettere tutto il pene  in bocca. Per questo motivo usa le mani, le labbra. Insomma, tutto per stimolare ANCHE la parte che non riesci a mettere in bocca.
L’importante è che tutto il suo pene sia stimolato!fare un bocchino

5 PIANO E FORTE
Non essere troppo gentile ma non essere troppo rude, il pene ha bisogno di essere stimolato molto, quindi dagli una bella strizzata se vuoi fargli provare un vero bocchino!

Per vedere se stai facendo un buon lavoro guarda in faccia il tuo partner e ascolta i suoi lamenti di piacere, per comprendere se stai facendo troppo, o troppo poco.

7 LE PALLE
Non dimenticarle mai. Leccale, prendile in bocca, senza stringerle (a differenza dal pene le palle sono molto molto delicate, quindi fai molta attenzione a non stringere).

Se ci giochi, lui si ecciterà come con nessun’altra donna!

Ah dimenticavo, quando gli fai un bocchino fai anche tu versi di piacere e di godimento…questo lo manderà in estasi, provare per credere!!!

8 IL NETTARE 
Lo so che questo pensiero ti può causare dei disagi, ma se vuoi sapere come fare un pompino perfetto, non puoi concludere senza bere tutto il suo frutto del  piacere…. non fartene sfuggire nemmeno una goccia, mi raccomando!

Bevilo avidamente, e succhialo per bene fin quando non esce più nulla. Questo darà una sensazione imperdibile al tuo maschio, spesso ai limiti del troppo piacere 😉

Benissimo ora che sai come succhiare il pene e sei finalmente  venuta a conoscenza dei 7 segreti per fare un pompino indimenticabile al tuo uomo, non ti rimane che darci dentro 😉

L'articolo Come fare un pompino perfetto? Ecco come far impazzire il tuo uomo! sembra essere il primo su Siamo Donne.

]]>
http://siamodonne.com/come-fare-un-pompino-perfetto-ecco-come-far-impazzire-il-tuo-uomo/feed/ 0
Come scoprire un tradimento grazie ad alcuni metodi pratici http://siamodonne.com/come-scoprire-un-tradimento-grazie-ad-alcuni-metodi-pratici/ http://siamodonne.com/come-scoprire-un-tradimento-grazie-ad-alcuni-metodi-pratici/#respond Wed, 07 Feb 2018 14:10:45 +0000 http://siamodonne.com/?p=2964 Buongiorno amiche, in questo articolo scopriremo come capire se la persona amata ci sta tradendo. Metodi pratici per identificare il

L'articolo Come scoprire un tradimento grazie ad alcuni metodi pratici sembra essere il primo su Siamo Donne.

]]>
Condividi

Buongiorno amiche,

in questo articolo scopriremo come capire se la persona amata ci sta tradendo.

Metodi pratici per identificare il tradimento

Segni di imbroglio

Negli U.S.A esiste addirittura un libro chiamato “The manual of how to cheat on your wife ” di Otto Mendalsmirsh, che tradotto in italiano significa:

“Manuale su come tradire tua moglie”!

Lo so, è pazzesco, non è vero?

Grazie a numerosi siti di dating come Ashley Madison, app segrete come Zoosk, tradire la propria donna o uomo, oggi è diventato molto più semplice e possibile.

Dopo aver analizzato migliaia di casi di tradimento ci si rende conto che ci sono due aspetti fondamentali nelle motivazioni di un fedifrago: che sono manipolazione e inganno.

Questo duo costituisce un terrificante arsenale di metodi di tradimento perché entrambi possono essere facilmente intrecciati nella comunicazione in modo istantaneo e silenzioso. La manipolazione significa giustificare azioni o motivazioni che evitano o respingono questioni urgenti nel tentativo di ingannare. In questo articolo osserveremo sia la manipolazione che l’inganno nella comunicazione e tre applicazioni pratiche per identificare i traditori!

Come scoprire un tradimento

  • Chiedi se è possibile guardare il telefono del tuo partner. So che sicuramente questa richiesta riceverà una reazione negativa a causa dell’idea auto-giustificante che dice: “È il mio telefono, è di mia proprietà, nessun altro ha il diritto di controllarlo tranne me.” Ma dalla reazione che avrà il partner potrai individuare se questo metodo di autodifesa, dice indirettamente qualcosa che vale la pena nascondere. Alla base della relazione dovrebbe esserci la trasparenza e l’intimità. Se addirittura nel telefono c’è un codice di blocco dello schermo, potrebbe esserci nascosta qualche forma di tradimento!

 

  • Chiedi tranquillamente e direttamente se hanno una relazione extra coniugale! Questo metodo potrebbe sembrare stranamente conflittuale, ma è una domanda onesta. Sicuramente farà provocare una risposta e le osservazioni nelle risposte non verbali possono fornire più di una risposta. Osservazioni non verbali come i movimenti continui, la mancanza di contatto visivo, la tensione o la battitura e la rabbia nel tono di una persona possono descrivere che c’è di più sotto la superficie. Quindi non sottovalutate questo metodo!

 

  • Chiedi risposte approfondite e ascolta le scuse. Conosciamo tutti il detto: “Le bugie hanno le gambe corte”, quando una bugia viene detta, deve anche essere ricordata. In questo modo è facile rimanere intrappolati in una “rete di bugie” quando vengono richiesti maggiori dettagli, perché costringe il fedifrago a raccontare e tenere a mente sempre più particolari della bugia. Questo alla lunga porterà inevitabilmente ad un errore il partner traditore!

In caso di adulterio, ricorda che la manipolazione o le bugie nella comunicazione verbale e non verbale forniscono segnali di tradimento che filtrano attraverso la propria personalità. Nelle profondità sotto le acque del tradimento, c’è l’insoddisfazione, la menzogna e il nascondere i propri sentimenti.
Quindi per le persone che temono di essere tradite, il consiglio è di usare questi metodi senza rabbia o impazienza e, cercare, la verità e la risoluzione del legame sentimentale, in modo pacifico e meno conflittuale possibile!

Se invece hai già scoperto il tradimento e vuoi tornare a vivere ti consigliamo di leggere quest’articolo su come superare un tradimento d’amore e tornare a vivere serena!

L'articolo Come scoprire un tradimento grazie ad alcuni metodi pratici sembra essere il primo su Siamo Donne.

]]>
http://siamodonne.com/come-scoprire-un-tradimento-grazie-ad-alcuni-metodi-pratici/feed/ 0
Problema di unghie sfaldate? Scopri le cause e i rimedi http://siamodonne.com/problema-unghie-sfaldate-scopri-le-cause-rimedi/ http://siamodonne.com/problema-unghie-sfaldate-scopri-le-cause-rimedi/#respond Tue, 06 Feb 2018 18:53:09 +0000 http://siamodonne.com/?p=2953 Buongiorno amiche, sono milioni le donne in tutto il mondo che soffrono di unghie fragili, una condizione che fa sì

L'articolo Problema di unghie sfaldate? Scopri le cause e i rimedi sembra essere il primo su Siamo Donne.

]]>
Condividi

Buongiorno amiche,

sono milioni le donne in tutto il mondo che soffrono di unghie fragili, una condizione che fa sì che i diversi strati delle unghie si spacchino o si sfaldino. Mentre le cause delle unghie sfaldate possono variare da preoccupazioni per la salute e genetica alle abitudini di vita o all’esposizione delle unghie ai traumi, l’impatto che ne deriva di questa forma di distrofia delle unghie è spesso difficile da approvare!

Le unghie che si spezzano sono dolorose

Se hai mai avuto un’unghia o hai tagliato le unghie troppo corte, sai quanto sensibili possono essere. Ora immagina di affrontare questo tipo di dolore ogni giorno!

Questo è ciò che le donne con le unghie sfaldate provano. Il dolore acuto e pungente che può verificarsi quando gli strati della piastra dell’unghia si seccano e si separano, sfortunatamente, il dolore è solo uno dei problemi associati alle unghie fragili e malsane.

Unghie che si sfaldano quali sono le cause?

Le unghie deboli possono essere causate da una varietà di motivi. Tra i più conosciuti troviamo  la sovraesposizione all’acqua, l’esposizione a determinate sostanze chimiche,le  infezioni e le malattie della pelle. Quando il tuo corpo produce meno umidità, le tue unghie saranno più soggette a desquamazione o in alcuni casi alla rottura. L’uso di prodotti per unghie, come smalti troppo spesso portano anche a seccare le unghie.

Unghie sfaldate rimedi

Se il problema delle tue unghie che si spezzano pensi sia dovuto, all’sposizione all’acqua o ai prodotti chimici: devi sapere che le cellule che tengono insieme le unghie non stanno bene quando sono costrette a spostarsi da bagnato a secco costantemente o se assorbono molti composti diversi e dannosi. Per migliorare la salute delle tue unghie, basta indossare guanti di gomma e una buona crema idratante per prevenire tali danni;

Quando non si assumono abbastanza nutrienti o acqua (o fluidi decaffeinati), il risultato si presenterà subito nelle unghie. Questa mancanza di nutrienti essenziali porta a sfaldare le unghie, a scolorirle e persino a romperle. Per rimediare a questo problema l’unica soluzione possibile è l’uso di integratori alimentari, l’assunzione di molta acqua e il nutrimento delle unghie con i trattamenti vitaminici sono le soluzioni migliori;

Anche l’ambiente è da controllare: il freddo secco dell’inverno, l’umidità e il caldo intenso dell’estate, e i vari cambi stagionali possono causare reazioni alle tue unghie. Ricordati che ogni volta che la pelle cambia a causa dell’ambiente o del tempo, anche le unghie soffrono e possono cambiare. Cerca di proteggerle il più possibile!

L'articolo Problema di unghie sfaldate? Scopri le cause e i rimedi sembra essere il primo su Siamo Donne.

]]>
http://siamodonne.com/problema-unghie-sfaldate-scopri-le-cause-rimedi/feed/ 0
Epistassi, cause e rimedi per fermare il sangue dal naso http://siamodonne.com/epistassi-cause-e-rimedi-per-fermare-il-sangue-dal-naso/ http://siamodonne.com/epistassi-cause-e-rimedi-per-fermare-il-sangue-dal-naso/#respond Tue, 06 Feb 2018 14:09:33 +0000 http://siamodonne.com/?p=2940 Buongiorno amiche, oggi vediamo di capire quali sono le cause ma sopratutto cerchiamo di trovare dei validi rimedi alla fuoriuscita

L'articolo Epistassi, cause e rimedi per fermare il sangue dal naso sembra essere il primo su Siamo Donne.

]]>
Condividi

Buongiorno amiche,

oggi vediamo di capire quali sono le cause ma sopratutto cerchiamo di trovare dei validi rimedi alla fuoriuscita del sangue dal naso!

Epistassi significato!
La perdita di sangue dal naso o in termine medico epistassi è un problema abbastanza comune sia per le donne che per gli uomini. Anche se a volte può rivelarsi spaventoso, bisogna ammettere che raramente indica un serio problema medico. Il naso infatti contiene molti vasi sanguigni. Questi vasi sanguigni si trovano vicino alla superficie nella parte anteriore e posteriore del naso. Sono molto fragili e sanguinano facilmente. Le epistassi sono come detto poco fa molto comuni negli adulti ma sopratutto nei bambini di età compresa tra 3 e 10 anni.

Ci sono due tipi di epistassi. Un sanguinamento nasale anteriore si verifica quando i vasi sanguigni nella parte anteriore del naso si rompono e sanguinano. Un nasello posteriore si verifica nella parte posteriore o nella parte più profonda del naso. In questo caso, il sangue scorre lungo la parte posteriore della gola. Gli epistassi posteriori possono essere pericolosi.

Sangue dal naso cause

Ci sono molte cause per il manifestarsi di un’ epistassi. Un sanguinamento nasale improvviso o raro è raramente serio. Mentre se hai frequenti epistassi, potresti avere un problema più serio.

  • L’aria secca è la causa più comune di perdita del sangue dal naso. Vivere in un clima secco e utilizzare un sistema di riscaldamento centralizzato può asciugare le membrane nasali, che sono i tessuti all’interno del naso. Questa secchezza provoca la formazione di croste all’interno del naso. Questa crosta col tempo può prudere o irritarsi. Se il tuo naso è graffiato può sanguinare.
  • Assunzione di antistaminici e decongestionanti per allergie, raffreddori o problemi di sinusite possono seccare le membrane nasali e causare epistassi.
  • Soffiare frequente il naso è un’altra causa di fuoriuscita di sangue.

Altre cause molto comuni di epistassi sono:

  • oggetto estraneo bloccato nel naso
  • irritanti chimici
  • reazione allergica
  • ferita al naso
  • starnuti ripetuti
  • aria fredda
  • infezione delle vie respiratorie superiori
  • grandi dosi di aspirina

Altre cause più gravi per la perdita di sangue dal naso comprendono:

  • ipertensione,
  • disturbi della coagulazione,
  • disturbi della coagulazione del sangue
  • cancro

Perdita del sangue dal naso cosa fare?

La maggior parte delle epistassi non richiede cure mediche. Tuttavia, è necessario consultare un medico se il sangue dal naso dura più di 20 minuti o si verifica dopo un infortunio. Questo potrebbe essere un segno di un’emorragia nasale posteriore, che è più grave.

Gli infortuni che potrebbero causare un’emorragia nasale includono una caduta, un incidente d’auto o un pugno in faccia. Perdite di sangue dal setto nasale che si verificano dopo una ferita può indicare un naso rotto, una frattura del cranio o un’emorragia interna.

Diagnosi di epistassi: le emorragie nasali

Se cerchi assistenza medica per un’emorragia nasale, il medico effettuerà un esame fisico per determinare una causa. Lo specialista controllerà il tuo naso per i segni di un oggetto estraneo. Il medico farà anche domande sulla tua storia medica e sui farmaci che hai o stai prendendo!

Informa il tuo medico di altri sintomi che hai e di eventuali ferite che ti sei provocata in un periodo recente. Non esiste un singolo test per determinare la causa di un’epistassi. Tuttavia, il medico potrebbe utilizzare test diagnostici per trovare la causa. Questi test sono:

  • emocromo completo, che è un esame del sangue per verificare la presenza di disturbi del sangue
  • endoscopia nasale, che è un esame del naso utilizzando uno strumento speciale
  • tempo parziale di tromboplastina, che è un esame del sangue che controlla il tempo necessario per coagulare il sangue
  • TAC del naso, che è un test di imaging che prende le immagini trasversali del naso
  • Radiografia del viso e del naso, che è un test di imaging che utilizza la radiazione per produrre immagini del naso

Come fermare il sangue dal naso

Puoi fermare l’uscita di sangue dal naso direttamente a casa. Mentre ti siedi, stringi la parte morbida del naso. Assicurati che le narici siano completamente chiuse. Tenere le narici chiuse per 10 minuti, piegarsi leggermente in avanti e respirare attraverso la bocca.

L’importante è non sdraiarsi mai quando cerchi di fermare il sangue dal naso. Sdraiarsi può provocare la deglutizione del sangue e può irritare lo stomaco. Rilascia le narici dopo 10 minuti e controlla se l’emorragia si è arrestata. Ripeti questi passaggi se il sanguinamento continua.

È inoltre possibile applicare un impacco freddo sul ponte del naso o utilizzare un decongestionante spray nasale per chiudere i piccoli vasi sanguigni.

Rivolgiti al medico solo se non sei in grado di fermare da sola il sangue dal naso.

Esiste una tecnica medica chiamata cauterizzazione che permette di arrestare la perdita di sangue persistente o frequente. In questo caso il medico brucia i vasi sanguigni del naso con nitrato d’argento (un composto usato per rimuovere i tessuti) o un dispositivo di riscaldamento. Il medico può anche impacchettare il naso con cotone o garza per esercitare pressione sui vasi sanguigni e interrompere l’emorragia.

Come prevenire l’epistassi?

Ci sono diversi modi per prevenire le perdite dal sangue dal naso:

  • Usa un umidificatore in casa per mantenere l’aria umida
  • Limita l’assunzione di aspirina, che può assottigliare il sangue e contribuire alla perdita di sangue dal naso.
  • Usa antistaminici e decongestionanti con moderazione perchè possono asciugare il naso.

 

L'articolo Epistassi, cause e rimedi per fermare il sangue dal naso sembra essere il primo su Siamo Donne.

]]>
http://siamodonne.com/epistassi-cause-e-rimedi-per-fermare-il-sangue-dal-naso/feed/ 0
Carbossiterapia il nuovo trattamento estetico per eliminare la cellulite http://siamodonne.com/carbossiterapia-il-nuovo-trattamento-estetico-per-eliminare-la-cellulite/ http://siamodonne.com/carbossiterapia-il-nuovo-trattamento-estetico-per-eliminare-la-cellulite/#respond Mon, 05 Feb 2018 14:52:03 +0000 http://siamodonne.com/?p=2930 Buongiorno amiche, avete mai sentito parlare del trattamento di carbossiterapia? Questo tipo di trattamento estetico è usato per trattare la

L'articolo Carbossiterapia il nuovo trattamento estetico per eliminare la cellulite sembra essere il primo su Siamo Donne.

]]>
Condividi

Buongiorno amiche,

avete mai sentito parlare del trattamento di carbossiterapia?

Questo tipo di trattamento estetico è usato per trattare la cellulite, i cerchi scuri sotto gli occhi e le smagliature. Le donne che si sottopongono al trattamento trovano un miglioramento in:

  • circolazione
  • elasticità della pelle
  • linee sottili e rughe
  • Aiuta anche con la riparazione del collagene e la distruzione dei depositi di grasso

Inoltre, può aiutare a ridurre le borse sotto l’occhio aumentando il flusso di sangue alla palpebra. Alcuni medici hanno anche usato la terapia per trattare la disfunzione erettile, l’artrite acuta, la sindrome di Raynaud e l’alopecia causata da una cattiva circolazione del sangue.

Per quanto riguarda la riduzione di grasso e cellulite, la carbossiterapia è spesso preferita rispetto a metodi più invasivi e ad alto rischio, come la liposuzione.

La carbossiterapia può essere utilizzata su viso, palpebre, collo, stomaco, braccia, gambe e glutei.

Come funziona la carbossiterapia?

carbossiterapia opinioniLe specifiche del trattamento estetico di carbossiterapia, variano in base alla parte del corpo da trattare. I meccanismi della procedura, tuttavia, sono per lo più gli stessi.

Un serbatoio di anidride carbonica è collegato a un regolatore di flusso con tubi di plastica. Il medico regolerà attentamente la quantità di gas che fluisce dal serbatoio alla superficie del corpo da trattare. Il gas viene emesso attraverso il regolatore di flusso e in tubi sterili con un filtro all’estremità. Il filtro raccoglie le impurità prima che raggiungano il corpo. Il gas scorre quindi attraverso un ago molto piccolo sul lato opposto del filtro. Il medico inietta il gas sotto la pelle attraverso l’ago.

La procedura è quasi del tutto indolore per il paziente. Alcuni medici strofinano la crema intubata sul sito di iniezione prima di inserire l’ago. Nonostante la mancanza di dolore, alcune persone riferiscono di provare una strana sensazione al termine del trattamento.

La carbossiterapia è una procedura ambulatoriale e in genere una sessione richiede circa 15-30 minuti.

Come eliminare la cellulite con la carbossiterapia?

Uno dei maggiori responsabili della comparsa della cellulite nelle donne è la scarsa circolazione del sangue, questo problema provoca inoltre le smagliature e le occhiaie scure. Le cellule del corpo rilasciano anidride carbonica come rifiuto. I globuli rossi prendono l’ossigeno che si inala e lo portano nei tessuti, quindi raccoglie il biossido di carbonio. Alla fine, l’anidride carbonica viene espulsa dai polmoni.

Un medico grazie alla carbossiterapia può aumentare la circolazione del sangue in un’area specifica iniettando anidride carbonica, facendo in modo che i globuli rossi si precipitino nell’area. Quando le cellule del sangue raggiungono la posizione, creano un aumento della circolazione. Questo funziona per riparare l’elasticità della pelle e, nel caso di cerchi sotto gli occhi, cambiare il pigmento in un bagliore sano.

Come funziona la carbossiterapia?

  • Smagliature: le smagliature che vedi sul tuo corpo sono una rottura del collagene dermico. La carbossiterapia crea nuovo collagene, che ispessisce la pelle e migliora il suo aspetto.
  • Cellulite: l’ anidride carbonica può anche essere iniettato nelle cellule adipose, provocando l’esplosione delle cellule e l’eliminazione dal corpo. La cellulite compare quando il grasso sottocutaneo sporge attraverso la pelle. Diversi studi hanno trovato che la carbossiterapia è il metodo più efficace per eliminare la cellulite.
  • Cerchi sotto gli occhi: i cerchi neri sotto gli occhi sono generalmente causati da una cattiva circolazione, che crea un pooling vascolare. L’iniezione del gas sotto la palpebra riduce questo pooling bluastro e lo sostituisce con un tono più splendente.
  • Alopecia: anche l’alopecia (perdita di capelli) è causata da cattiva circolazione e può essere trattata con la carbossiterapia.

Cosa aspettarsi dalla carbossiterapia, risultati e controindicazioni!

Quando questo trattamento estetico viene utilizzato per curare smagliature e cicatrici, è relativamente indolore, questo perché il tessuto cicatriziale non ha i nervi. Si può avvertire una sensazione di prurito quando le smagliature vengono distese durante la procedura. Il prurito dovrebbe risolversi in circa cinque minuti dal termine.

Le persone che usano la carbossiterapia per il trattamento della cellulite e dei depositi di grasso possono avvertire una pressione durante l’iniezione, simile alla sensazione percepita durante un test della pressione sanguigna. Questo è causato dal gas in espansione. Le aree trattate saranno calde e toniche dopo il trattamento fino a 24 ore, poiché il biossido di carbonio fa il suo lavoro e la circolazione migliora. Tuttavia, dovresti essere in grado di eseguire la tua normale routine al termine della procedura!

L'articolo Carbossiterapia il nuovo trattamento estetico per eliminare la cellulite sembra essere il primo su Siamo Donne.

]]>
http://siamodonne.com/carbossiterapia-il-nuovo-trattamento-estetico-per-eliminare-la-cellulite/feed/ 0
Come curare un unghia incarnita? Guida step by step http://siamodonne.com/come-curare-ununghia-incarnita-guida-step-by-step/ http://siamodonne.com/come-curare-ununghia-incarnita-guida-step-by-step/#respond Mon, 05 Feb 2018 10:50:36 +0000 http://siamodonne.com/?p=2911 Buongiorno amiche , in quest’articolo scopriremo le cause ma sopratutto i rimedi per curare il fastidioso problema delle unghie incarnite!

L'articolo Come curare un unghia incarnita? Guida step by step sembra essere il primo su Siamo Donne.

]]>
Condividi

Buongiorno amiche ,

in quest’articolo scopriremo le cause ma sopratutto i rimedi per curare il fastidioso problema delle unghie incarnite!

Cosa sono le unghie incarnite?

L’ unghia incarnita si forma quando i bordi o gli angoli delle unghie crescono nella pelle vicino all’unghia stessa. Il tuo alluce in questo modo ha più probabilità di creare un’unghia incarnita.

unghie incarniteMolti si domandano se è possibile curare le unghie incarnite a casa, oppure se conviene farsi vedere da uno specialista podologo. Quello che è bene sapere è che a questa risposta non è facile rispondere, perche devi sapere che le unghie incarnite possono causare complicazioni che potrebbero richiedere un trattamento medico dal podologo sopratutto  se hai il diabete o altre condizioni che causano una cattiva circolazione del sangue!

Onicocriptosi perchè succede?

L’onicocriptosi, comunemente chiamata unghia incarnita,  si presenta in uomini e donne di qualsiasi età. Secondo il National Health Services, le unghie dei piedi incarnite potrebbero essere più comuni nelle persone con piedi sudati, come gli adolescenti, mentre nelle persone anziane aumenta il rischio perché le unghie dei piedi si ingrossano con il passare degli anni.

Ma vediamo un po quali sono le cause dell’onicocriptosi?

Le cause che possono causare un’unghia incarnita, sono:

  • tagliare le unghie dei piedi in modo non corretto (tagliare dritto, poiché l’angolazione dei lati dell’unghia può incoraggiare l’unghia a crescere nella pelle.)
    unghie ricurve e irregolari
  • calzature strette che fanno molta pressione sugli alluci, come calze troppo strette o scarpe troppo strette,
  • lesioni alle unghie del piede, tra cui la chiusura del dito del piede, la caduta di qualcosa di pesante sul piede
  • cattiva postura
  • igiene del piede inadeguata, come non tenere i piedi puliti o asciutti
  • predisposizione genetica
  • Usare i piedi a lungo durante le attività atletiche può renderti particolarmente incline a formare unghie incarnite. Le attività sportive in cui si calcia ripetutamente un oggetto o si fa pressione sui piedi per lunghi periodi di tempo può causare danni all’unghia dell’alluce del piede e aumentare il rischio di unghie incarnite. Queste attività includono:
  • balletto
  • calcio
  • kickboxing

Quali sono i sintomi che mostrano la creazione delle unghie incarnite?

Le unghie incarnite possono inizialmente essere NON dolorose ma attenzione perchè non dandogli la giusta medicazione di solito peggiorano gradualmente per via delle infezioni!

I sintomi della fase iniziale includono:

  • la pelle vicino all’unghia diventa tenera, gonfia o dura
  • dolore quando la pressione è posta sulla punta
  • fluido che si accumula intorno alla punta

Se l’ alluce del piede presenta un’infezione, i sintomi da non sottovalutare sono:

  • pelle rossa e gonfia
  • dolore
  • emorragia
  • presenza di pus
  • crescita eccessiva della pelle attorno alla punta

In questi ultimi casi bisogna trattare l’unghia incarnita al più presto possibile per evitare un peggioramento dell’infezione, il nostro consiglio è quello di contattare uno specialista podologo che possa seguirvi nella cura dell’unghia incarnita!

Unghia incarnita rimedi

unghia incarnita rimediOk, ora son sicura che ti starai chiedendo ma se ho l’unghia del piede incarnita come la devo curare?
Le unghie incarnite che non presentano infezioni come già detto in precedenza si possono normalmente trattare a casa. Tuttavia, se l’unghia del piede ha perforato la pelle, o c’è qualche segno di infezione, cercate un trattamento medico.
Per curare l’unghia incarnita a casa, prova:

  • immergere i piedi in acqua tiepida per circa 15-20 minuti tre o quattro volte al giorno (in altri momenti, scarpe e piedi devono essere tenuti asciutti).
  • spingere via la pelle dal bordo dell’unghia con un batuffolo di cotone imbevuto di olio d’oliva
  • utilizzando farmaci da banco, come il paracetamolo (Tylenol), per il dolore
  • applicare un antibiotico topico, come la polimixina e la neomicina (entrambi presenti in Neosporin) o una crema steroidea, per prevenire l’infezione

Prova i trattamenti domiciliari per alcuni giorni o alcune settimane. Se il dolore peggiora o trovi difficoltà a camminare o svolgere altre attività a causa dell’unghia, consulta un podologo!

Se dopo aver provato questi trattamenti a case e l’unghia del piede non risponde migliorando o si verifica un’infezione, potrebbe essere necessario un intervento chirurgico. In caso di infezione, interrompere tutti i trattamenti domiciliari e consultare come già scritto in precedenza il medico.

Podologo unghia incarnita

Molto probabilmente il medico sarà in grado di diagnosticare l’alluce con un esame fisico. Se la tua unghia che soffre di onicocriptosi, mostra un’infezione potresti aver bisogno di una radiografia per mostrare quanto è profonda l’unghia nella pelle. Una radiografia può anche rivelare se la tua unghia incarnita è stata causata da un infortunio o da una situazione genetica!

Trattamento chirurgico
Esistono diversi tipi di trattamenti chirurgici per le unghie incarnite. La rimozione parziale delle unghie comporta solo la rimozione del pezzo di unghia che sta scavando sotto-pelle. Il tuo medico intorpidisce l’alluce e poi restringe l’unghia. Secondo gli specialisti, la rimozione parziale delle unghie è efficace al 98% per prevenire future unghie incarnite, questo è molto positivo se il tuo problema sia di tipo genetico!

Durante una rimozione parziale dell’unghia, i lati dell’unghia vengono tagliati in modo che i bordi siano completamente diritti. Il medico può anche trattare il dito del piede se lo ritiene necessario con un composto chiamato fenolo, che impedisce all’unghia di ricrescere sotto-pelle in futuro!

La rimozione totale delle unghie può essere utilizzata invece se l’unghia incarnita è causata da ispessimento. Il medico ti darà un’iniezione locale per il dolore e poi rimuoverà l’intera unghia in una procedura chiamata matrice matricolare.

Dopo l’intervento chirurgico
Dopo l’intervento, il medico ti manderà a casa con la punta del piede fasciata. Probabilmente dovrai tenere il piede sollevato per circa 1-2 giorni e indossare calzature speciali per consentire all’unghia di guarire correttamente.

In questi casi bisogna evitare il più possibile il movimento. La benda viene solitamente rimossa due giorni dopo l’intervento. Il medico le consiglierà di indossare le scarpe aperte e di lavarsi quotidianamente con acqua salata fino a quando non guarirà la punta del piede. Ti verranno prescritti farmaci antidolorifici e antibiotici per prevenire l’infezione.

Benissimo in quest’articolo hai scoperto cosa sono le unghie incarnite e quali sono le cause e i rimedi possibili per curarle, vogliamo lasciarti con alcuni piccoli accorgimenti che ti permetteranno di prevenire il problema dell’unghia incarnita!

Come prevenire le unghie incarnite

Le unghie incarnite possono essere prevenute apportando diverse modifiche allo stile di cura dei tuoi piedi:

  • Taglia le unghie dei piedi e assicurati che i bordi non si curvino.
  • Evitare di tagliare le unghie troppo corte.
  • Indossare scarpe, calzini e calzini adeguati.
  • Indossare scarpe antinfortunistica con punta di acciaio se si lavora in condizioni pericolose.
  • Se le unghie dei piedi sono anormalmente curve o spesse, potrebbe essere necessario un intervento chirurgico per prevenire l’unghia incarnita.

L'articolo Come curare un unghia incarnita? Guida step by step sembra essere il primo su Siamo Donne.

]]>
http://siamodonne.com/come-curare-ununghia-incarnita-guida-step-by-step/feed/ 0
Che cos’è un cuscino cervicale e perchè dovresti usarlo? http://siamodonne.com/che-cose-un-cuscino-cervicale-e-perche-dovresti-usarlo/ http://siamodonne.com/che-cose-un-cuscino-cervicale-e-perche-dovresti-usarlo/#respond Thu, 01 Feb 2018 11:01:56 +0000 http://siamodonne.com/?p=2899 Buongiorno amiche, oggi in questo articolo vediamo di trovare una soluzione definitiva al problema del dolore cervicale! Quante persone che

L'articolo Che cos’è un cuscino cervicale e perchè dovresti usarlo? sembra essere il primo su Siamo Donne.

]]>
Condividi

Buongiorno amiche,

oggi in questo articolo vediamo di trovare una soluzione definitiva al problema del dolore cervicale!

Quante persone che conosci che hanno avuto o hanno un dolore al collo, ti hanno parlato dell’utilizzo di un cuscino cervicale?

Se non sai cosa sia è meglio che continui a leggere questa pagina perchè scoprirai il motivo per cui non devi farne a meno se vuoi migliorare il tuo dolore cervicale!

Solitamente 9 persone su 10 in realtà sbagliano e probabilmente credono che tutti i cuscini cervicali siano progettati per reggere la testa, una funzione che sarebbe meglio descrivere come un cuscino per la testa.

Quindi a cosa serve in realtà il cuscino cervicale?

Ecco la definizione di “cervicale” in poche parole: cervicale deriva da un termine latino chiamato “cervico” che significa “collo”. Quando parliamo del cuscino cervicale, in senso letterale del termine quindi lo definiamo un cuscino che sostiene il collo, il quale sostiene la connessione estremamente critica e importante tra il corpo e la testa. Questa connessione è fondamentale in quanto trasferisce attraverso e attorno alle strutture spinali una pletora di nervi, arterie, vene, muscoli, legamenti essenziali  come la ghiandola tiroide e le arterie carotidi che ci aiutano a mantenerci in vita e funzionare al massimo livello.

Se pensiamo alla maggior parte dei cuscini pubblicizzati negli ultimi cento anni, scopriamo che i cuscini sono descritti come cuscini da letto, cuscini, cuscini a cuneo e cuscini decorativi. Quello che la maggior parte dei cuscini da letto dovrebbero essere chiamati letteralmente sono i cuscini da riposo in quanto generalmente sono progettati (e limitati) per sollevare e confortare la testa, ma in realtà danno molto poco e spesso; il supporto sbagliato al collo.

Che tipo di cuscino devo comprare se ho problemi di cervicale?

cuscino ortopedico per cervicaleSolitamente chi si fa questa domanda in testa ha due pensieri:

Quindi devo avere un cuscino cervicale o un cuscino classico che mi mantiene la testa per dormire?

Bene, la risposta è entrambe; quindi la realtà è che dovremmo cercare di trovare intrighi nel “perché e come” possiamo ottenere un cuscino per sostenere la testa e il collo mentre si dà il perfetto comfort e supporto alla cervicale!

I DUE COMPONENTI ESSENZIALI DI UN CUSCINO SONO SUPPORTO CERVICALE E COMFORT

Il collo deve essere sostenuto nella posizione anatomica neutra mentre dorme sulla schiena o sul fianco e la testa deve essere sollevata all’altezza corretta. Sia il supporto che il comfort sono fondamentali per un sonno adeguato, prevenzione degli infortuni e guarigione. Mentre ci sono variazioni al normale contorno del rachide cervicale, la posizione migliore e più stabile per la colonna vertebrale, che consiste di sette vertebre, è nella posizione “C-Curve” (corta per la curva cervicale) per cui l’incavo della curva è nella parte posteriore del collo.

La C-Curve ottimale, detta anche curva lordotica, è molto simile alla curva che si vede nella parte bassa della schiena della ginnasta classica, una curva che è anche essenziale per la stabilità. Mentre una persona dorme da un lato, il collo deve essere sostenuto per mantenere una posizione dritta, coerente con il resto della colonna vertebrale. In altre parole, la testa deve essere sostenuta e sollevata all’altezza che consente alla colonna vertebrale di essere direttamente dall’osso sacro fino alla testa.

IL CUSCINO CERVICALE È QUINDI UN CONCETTO ESSENZIALE PER IL SONNO, UNA MIGLIORE SALUTE E UNA VITA MIGLIORE.

Invito tutti  a trovare un cuscino che supporti testa e collo per un supporto e un comfort ottimali e per riuscire finalmente a combattere il dolore cervicale, qui potete valutare quello che sul web viene definito il miglior cuscino cervicale!

L'articolo Che cos’è un cuscino cervicale e perchè dovresti usarlo? sembra essere il primo su Siamo Donne.

]]>
http://siamodonne.com/che-cose-un-cuscino-cervicale-e-perche-dovresti-usarlo/feed/ 0
Che cos’è la idrocolonterapia e quali sono i suoi benefici http://siamodonne.com/cose-la-idrocolonterapia-quali-suoi-benefici/ http://siamodonne.com/cose-la-idrocolonterapia-quali-suoi-benefici/#respond Tue, 30 Jan 2018 14:19:02 +0000 http://siamodonne.com/?p=2893 Buongiorno amiche, La terapia chiamata col nome di idrocolonterapia è una pratica diffusa nella pulizia del colon. È uno dei

L'articolo Che cos’è la idrocolonterapia e quali sono i suoi benefici sembra essere il primo su Siamo Donne.

]]>
Condividi

Buongiorno amiche,

La terapia chiamata col nome di idrocolonterapia è una pratica diffusa nella pulizia del colon.

È uno dei trattamenti più efficaci del programma dimagrante e disintossicante grazie ai suoi numerosi vantaggi.

Che cos’è nello specifico l’idrocolonterapia?

L’idroterapia del colon è un trattamento completamente naturale che viene apprezzato da migliaia di persone ogni giorno, dalle celebrità alle persone normali di tutte le fasce di età. All’inizio può sembrare un po ‘strano, ma più impari sul trattamento e sui suoi numerosi benefici, più vedrai che è un modo molto normale e naturale di prendersi cura della tuo corpo e del tuo benessere.

La vita caotica quotidiana e la routine del cibo cattivo causano molti problemi al nostro organismo e al nostro sistema digestivo, influenzati dalle tensioni emotive accumulate durante il giorno. La pulizia del colon è fondamentale per l‘equilibrio intestinale e può ridurre i sintomi di allergie e alterazioni della flora intestinale.

La pulizia del colon non è un’idea innovativa; in effetti, da migliaia di anni sono moltissime le persone che hanno goduto dei benefici di un lavaggio intestinale. Gli antichi egizi e greci praticavano la pulizia interiore, così come le civiltà tradizionali cinesi e indiane. Ognuna di queste culture ha realizzato i molti benefici per la salute e il benessere di questo trattamento naturale, e il fatto che sia durato per così tanto tempo e si sia diffuso così ampiamente, è senza dubbio una testimonianza della sua efficacia.

Oggi, purtroppo gli ospedali hanno in gran parte sostituito il lavaggio del colon, con purganti e lassativi meno costosi, anche se alcune persone trovano questi metodi spiacevoli e inefficaci.

Idrocolonterapia come funziona?

La pulizia del colon è una pratica sicura e indolore, quando viene eseguita da uno staff esperto. Una macchina specifica muove acqua distillata e pulisce l’intestino da due tubi sottili, rimuovendo impurità, resti e batteri nocivi. Nella soluzione di pulizia si può aggiungere ossigeno e sostanze sane, quindi il trattamento è più efficace.

Quali sono i benefici della pulizia del colon?

La idroterapia del colon dà alcuni benefici all’organismo. Innanzitutto, elimina le scorie residue nell’intestino, quindi limita i contatti con sostanze tossiche. Espelle i microrganismi nocivi, i batteri cattivi. La buona flora intestinale garantisce l’equilibrio intestinale, quindi riceve più forza grazie a questo trattamento. In buona parte alcuni disturbi intestinali e altri squilibri dell’organismo sono il risultato dell’alterazione dei batteri. Permette un corretto funzionamento del sistema digestivo e stimola il sistema immunitario. Per questi benefici la pulizia del colon viene utilizzata in molti programmi di dimagrimento e disintossicazione, risulta infatti perfetta per recuperare energia e forza persa a causa dei doveri e del ritmo caotico quotidiano della vita, e inoltre aiuta a perdere qualche chilo di troppo 😉

L'articolo Che cos’è la idrocolonterapia e quali sono i suoi benefici sembra essere il primo su Siamo Donne.

]]>
http://siamodonne.com/cose-la-idrocolonterapia-quali-suoi-benefici/feed/ 0