Come togliere lo smalto semipermanente? Ecco i 3 consigli per farlo gratis!

Rate this post

Buongiorno amiche,

se quello che vi state chiedendo è:

Come si toglie lo smalto semipermanente?

E’ vero grazie all’utilizzo di smalto semipermanente abbiamo tutte la possibilità di avere le mani sempre belle come le Star, ma come facciamo a rimuovere lo smalto semipermanente?

Per prima cosa non dobbiamo pensare che data la sua resistenza sia impossibile da rimuovere senza l’aiuto di un’estetista, infatti, per eliminarlo, non importa se abbiamo deciso di cambiare colore o semplicemente perché vogliamo tornare alle nostre unghie naturali, ti basterà seguire alla lettera questi tre segreti che ti stiamo per rivelare!

Sei pronta?

Allora si comincia…

 Che cos’è lo smalto semipermanente?

Se volessimo dare una spiegazione lo smalto semipermanente, è una sorta di ibrido tra lo smalto normale, quello che abbiamo sempre utilizzato da una vita, e lo smalto professionale da estetiste in gel. In concreto lo smalto semipermanente è uno smalto definito foto indurente, cioè che diventa solido grazie all’utilizzo di una particolare lampada.

Questo smalto è estremamente facile da applicare e, come tutte sappiamo i vantaggi sono tanti, in primis,  la resa estetica e in secondo non da meno la durata dell’applicazione.

L’unico difetto se così vogliamo definirlo è che bisogna fare un piccolo investimento iniziale, soprattutto per la lampada.

Qui sotto puoi trovare il miglior prodotto sul mercato italiano per qualità/prezzo!

Come si toglie lo smalto semipermanente

Possiamo eliminare lo smalto semipermanente grazie a questi tre segreti, basta procuraci tutto l’occorrente e avere un po’ di pazienza. Il procedimento non è difficile e non occorre molto tempo.

Cosa mi serve?

Per togliere lo smalto semipermanente dobbiamo procurarci :

  • Un buffer. È un tipo di lama particolare a forma di mattoncino con tutti i lati abrasivi, la grana ideale è di 240.
  • Bastoncino d’arancio. E’ lo stesso bastoncino utilizzato per la manicure, con due punte, una per la pulizia sotto l’unghia e l’altra per spingere le cuticole.
  • Una contenitore di vetro per mettere il prodotto per rimuovere lo smalto.
  • Solvente per rimuovere lo smalto. Si tratta di un particolare liquido delicato con la pelle ed efficace sullo smalto.

 Iniziamo a rimuovere lo smalto semipermanente

Dopo aver visto tutto l’occorrente finalmente vediamo come rimuovere lo smalto semipermanente!

La prima cosa da fare è abradere lo parte superficiale dello smalto con il buffer, Questa è un’operazione, seppur noiosa davvero necessaria perché dobbiamo togliere la sigillatura che doveva proteggere lo smalto e l’unghia.

Una volta terminato di rimuovere lo strato di protezione della sigillatura, immergiamo la punta delle dita nella ciotola di vetro dove avremo versato un po’ di solvente per rimuovere lo smalto semipermanente. Cerca di lasciare le dita a bagno qualche minuto. Stai tranquilla, il prodotto non è nocivo per la pelle.

Ultimo passo rimuovere lo smalto semipermenente

Una volta che lo smalto si sarà ammorbidito prendiamo il bastoncino d’arancio e cominciamo a spingere delicatamente lo smalto via dall’unghia partendo dall’esterno e procedendo verso il centro. Devi seguire questa procedura per entrambi i lati dell’unghia fino a portare tutto lo smalto al centro. Per concludere ti basterà spingerlo via definitivamente dall’unghia.

Ecco come togliere lo smalto semipermanente senza difficoltà e in modo veloce!

Come aiutare l’unghia a restare sana?

Dopo aver rimosso lo smalto è bene prendersi cura delle nostre unghie per mantenerle in salute. Il consiglio è di non fare immediatamente con un’altra applicazione di smalto, prima applichiamo prodotti rigeneranti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *