I 10 paesi più pericolosi per le donne in viaggio

Rate this post

Tempi duri per le donne in viaggio…

Stupri, violenze e rapine ai danni di turiste sono sempre più frequenti in alcuni paesi del mondo. Ecco la classifica dei più pericolosi secondo il ‘Dailymail’!

Ci sono città e paesi in cui la violenza e la criminalità sono all’ordine del giorno. Aggressioni e rapine, infatti, rendono alcune località estremamente pericolose, in particolare per le donne, che sono costrette a rinunciare la visita di questi luoghi per paura di essere picchiate, maltrattate e violentate.

Ma quali sono queste destinazioni? Il “Dailymail” ha stilato una classifica, prendendo in considerazione sia i dati sulle molestie sessuali a danno delle turiste che la sicurezza generale della città: ecco i 10 paesi più pericolosi per le donne in viaggio.

Iniziamo subito questa particolare classifica partendo dal fondo..

Sei pronta?

Bene cominciamo…

10. Kenia

Paese che tutti immaginiamo perfetto per un safari o una vacanza immersi nella natura, giusto? Ma, purtroppo, soprattutto per le spensierate turiste, il Kenia nasconde anche un lato “oscuro” perché rapimenti e violenze sessuali sono sempre più frequenti.

9. Messico

In generale il Messico non è un paese pericoloso per le donne avventuriere, ma bisogna fare attenzione ad alcuni luoghi caratterizzati da violenza e criminalità – che gli danno una brutta reputazione.

8. Marocco

Il Marocco può essere facilmente rappresentato attraverso la figura di una moneta: se si guarda una faccia – grazie ai suoi affascinanti luoghi – è un vero e proprio paese delle meraviglie, se si guarda il lato opposto, però, si mostra come un paese violento. Non è cosa nuova che il Marocco sia un paese tradizionale, anzi forse parecchio arretrato, riguardo al tema della violenza sulle donne.

7. Sud Africa

Meta popolare quella del Sud Africa, ma allora perché nella classifica è alla settima posizione? Semplice: il paese ha, tra tutti, il tasso più alto di violenze e rapine a mano armata. E, di certo, non è cosa che gli fa onore.

6. Colombia

Anche in Colombia, che si piazza al sesto posto, quello della violenza, sessuale o meno, sulle donne è uno dei problemi più diffusi e più gravi. Anche se, fortunatamente, dopo la guerra, il paese è diventato di gran lunga più sicuro.

5. Egitto

Meta turistica ideale per gli amanti del mare cristallino, grazie alle stupende Sharm el-Sheikh e Hurgada, che fanno dell’Egitto uno dei paesi più amati dai viaggiatori di tutto il mondo. Ma, anche qui, soprattutto dopo la rivoluzione del 2011, la situazione è peggiorata, soprattutto quella che riguarda le donne.

4. Thailandia

Stupri e assassini danno alla Thailandia il quarto posto, nonostante sia uno dei paesi più belli di tutto il mondo, grazie ai suoi paesaggi. Per fortuna, la violenza e la criminalità sono problemi reali solo in alcune zone, ma anche qui sarebbe da eliminare totalmente.

3. Turchia

Sono le donne turche le prime a porre il problema di stupri, violenze e rapimenti, con la speranza che, un giorno, tutto ciò diventi solo un brutto sogno. Ma, almeno per il momento, la situazione non è delle migliori.

2. Brasile

Le donne, in Brasile, sono le vittime per eccellenza: stupri, violenze sessuali e rapine sono all’ordine del giorno. La percentuale delle violenze è veramente alta, e per ora non c’è uno spiraglio di luce, nemmeno per le turiste.

1. India

Una violenza sessuale ogni venti minuti. I dati parlano chiaro, non c’è bisogno di aggiungere niente.

Ok, questa è la lista proposta dal “Dailymail” naturalmente non dobbiamo farci impaurire e se scegliamo queste mete è solo giusto prendere qualche precauzione in più, oppure non dimentichiamoci che esiste un mondo intero da visitare…

Bon Voyage 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *